YOGA E SCLEROSI MULTIPLA di Tommaso Bianchi



YOGA e sclerosi multipla


La sclerosi multipla è la più comune malattia autoimmune cronica demielinizzante. Colpisce il sistema nervoso centrale ed i suoi sintomi più frequenti sono rappresentati da: fatica, disturbi della sensibilità, disturbi visivi, dolore, disturbi sessuali, spasticità, disturbi vescicali, disturbi intestinali, disturbi cognitivi, depressione, disturbi della coordinazione (atassia, tremore), disturbi del linguaggio (disartria), disturbi parossistici. A tutt’oggi non esistono terapie definitive che eliminino la malattia, tuttavia molto è possibile fare per prevenire ricadute, rallentarne la progressione, alleviarne i sintomi. Accanto alle terapie ufficiali vi sono quelle complementari – come l’agopuntura, lo shiatsu, lo yoga il T’ai Chi, la riflessologia, la chiropratica, l’osteopatia, il metodo Feldenkrais, la terapia craniosacrale. I loro effetti non sono ancora del tutto testati scientificamente e perciò non sono ancora riconosciute come terapie vere e proprie. Tuttavia, come accade per la generalità della popolazione, circa un terzo dei pazienti affetti da sclerosi multipla vi ricorre perché ne sperimenta benefici a diversi livelli.
Ad esempio, la pratica dello yoga – disciplina praticata da millenni in India come via mistica di unione al divino ma anche come strada per il raggiungimento ed il mantenimento della salute fisica e psichica – viene proposta in diversi Centri che si prendono cura dei pazienti con SM. Da circa un secolo gli effetti dello yoga sono oggetto di test finalizzati a validare scientificamente le proprietà terapeutiche che la tradizione gli attribuisce. Centinaia di studi sono stati prodotti in passato e numerosi sono quelli tutt’ora in corso. Alcuni riguardano proprio gli effetti della pratica dello yoga nelle persone affette da SM.
Di recente, lo studio pilota di Cohen et al. [1] ha confermato la fattibilità e la sicurezza di un intervento yoga con persone affette da sclerosi multipla. Di più: l’intervento, svolto con un gruppo di 14 partecipanti, ha prodotto miglioramenti in alcune misure della qualità della vita e nelle prestazioni fisiche e mentali. Anche Nejati et al. [2] hanno rilevato miglioramenti in alcuni indicatori di qualità della vita (salute fisica, limitazioni dovute a problemi fisici ed emotivi, energia, benessere emotivo, percezione di salute, funzione sessuale) nelle persone sottoposte ad un intervento di yoga consapevole, unito ad un programma di Mindfulness-based Stress Reduction (MBSR). Il loro studio, effettuato in Iran con 24 pazienti (12 gruppo test, 12 gruppo di controllo), ha dimostrato inoltre una riduzione della fatigue (astenia, stanchezza). Sempre condotto in Iran su un gruppo di 60 pazienti con SM (30 gruppo test, 30 gruppo di controllo), lo studio di Hasanpour-Dehkordi et al. [3] ha rilevato un aumento nell’auto-efficacia, nella forza degli arti inferiori e nell’equilibrio ed una riduzione della fatigue e del dolore nei destinatari dell’intervento yoga. Gli autori hanno inoltre rilevato negli stessi pazienti un miglioramento nelle abilità relazionali ed una riduzione dei livelli di stress ed ansia.
Esperienze generalizzate ed evidenze scientifiche fanno dunque concludere che è consigliabile la pratica dello yoga anche a persone affette da sclerosi multipla. Ciò avviene anche a Trieste, ad opera dell’Associazione Metamorfosys. Le lezioni di Hatha Yoga per persone con SM sono svolte dalla dott.ssa Raffaella Bellen (fondatrice di Metamorfosys e Direttrice della Scuola Istruttori Yoga Oriente-Occidente) assistita da alcune/i allieve/i. Metamorfosys è da anni impegnata a portare lo yoga, opportunamente adattato, anche in contesti  di disabilità e/o disagio. Le lezioni si svolgono con esercizi accessibili alle limitate capacità motorie delle persone che vi partecipano, privilegiando le posizioni da seduti o distesi piuttosto che quelle in piedi o di equilibrio e rendendo così possibile la pratica anche a chi usa la carrozzina. Il clima, profondamente amichevole e rispettoso delle esigenze di ciascuno, creatosi in anni di pratica settimanale, non va a discapito dell’impegno, fisico e mentale, che lo yoga richiede. Anzi: proprio il clima e l’impegno con cui le lezioni si svolgono contribuiscono entrambi all’ottenimento dei benefici che questa antica disciplina garantisce. I necessari adattamenti non tolgono niente allo yoga: si eseguono infatti numerose āsana (posture, con cui si movimentano tutti i distretti del corpo), esercizi di prāṇāyāma (controllo del respiro e dell’energia vitale), bandha (fissazioni posturali), mudrā (gesti simbolici), mantra. Parte della lezione è poi dedicata alle pratiche superiori di pratyahara (ritiro dei sensi), dhāraṇā (concentrazione) e dhyāna (meditazione) e la fine al meritato yoga nidra, il profondo rilassamento yogico, accompagnato da tecniche di visualizzazione guidata. Tutti questi elementi concorrono a rendere quest’ora di pratica un proficuo momento di cura di sé, cura necessaria in generale a tutti ma in modo particolare a chi si trova affetto da una malattia come la sclerosi multipla che richiede una costante attenzione affinché non prenda il sopravvento sul corpo e sullo spirito.



Articoli citati
[1].          Cohen ET, Kietrys D, Fogerite SG, Silva M, Logan K, Barone DA, Parrott JS. Feasibility and Impact of an 8-Week Integrative Yoga Program in People with Moderate Multiple Sclerosis– Related Disability. A Pilot Study. Int J MS Care 2017; 19: 30-39.
[2].          Nejati S, Esfahani SR, Rahmani S, Afrookhteh G, Hoveida S. The Effect of Group Mindfulness-based Stress Reduction and Consciousness Yoga Program on Quality of Life and Fatigue Severity in Patients with MS. J Caring Sci 2016; 5: 325-335.
[3].        Hasanpour-Dehkordi A, Jivad N, Solati K. Effects of Yoga on Physiological Indices, Anxiety and Social Functioning in Multiple Sclerosis Patients: A Randomized Trial. J Clin Diagn Res 2016; 10: VC01-VC05.

Dati Metamorfosys
Associazione Culturale e Sportiva dilettantistica Metamorfosys – Via Milano 18 – 34127 Trieste – Cell. 347.1312034 – Tel. 040.2415761 – http://www.metamorfosys.org/.


Trieste, 15 aprile 2017

Tommaso Bianchi

(allievo Scuola Istruttori Yoga Oriente-Occidente)

"Le amministratrici ringraziano sentitamente Tommaso Binchi, l'Associazione Metamorfosys nella persona della Presidente, Dott.ssa  Raffaella Bellen ed i suoi collaboratori"


"Un grazie speciale dalla Vostra alunna Mara".