Daiana Micheli





Ciao, sono Daiana Micheli, ho 29 anni e da un anno e mezzo ho scoperto di avere l endometriosi. 
Penso di essere statA affetta da sempre di endometriosi. Vi scrivo questa lunga storia con tanta rabbia  e dolore per aver trascorso 22 anni con dolori senza che nessuno  capisse cosa avessi.

Intorno all età di sette otto anni ho cominciato ad avere i primi problemi, mal di pancia , svenimenti , mal di testa, stanchezza, sonnolenza. Si presentavano momenti in cui avevo una sudorazione eccessiva ed improvvisa giramenti di testa, si appannava la vista, si tappavano le orecchie e cadevo a terra svenuta, tutto succedeva in pochi minuti. In quel periodo ero sempre stanca, avevo sempre dolori  pancia schiena come dolori di ciclo mestruale .Anche a scuola avevo problemi di attenzione,  non facevo altro che sbadigliare.
in questo periodo ci fu un aneddoto che mi segno'.
Ero in settimana bianca con mia madre quando una sera ebbi dei dolori  allucinanti, intervenne la guardia medica,  mi fece una puntura non so di cosa e disse a mia madre che il mio corpo si stava preparando per lo sviluppo. Io pensai:(così presto? Cavolo questi dolori? Cosa mi aspetterà nel momento in cui svilupperò?).
Fino al 18 agosto del 1995, momento in cui arrivò il primo ciclo non feci altro che fare a avanti e indietro per il pronto soccorso, sentendoci dire che i miei dolori di pancia erano dovuti al colon irritato dovuto dal nervoso ( a 8 anni nervosa?  Bo?!) E la causa degli svenimenti alla pressione bassa.  Una volta aver sviluppato ho sempre avuto dolori allucinanti , appunto da svenimento,  mal di testa,  forte senso di vomito, abbondante sudorazione, ciclo a fiumi tanto da dover mettere gli assorbenti notte tena lady ( sembrava di avere un canotto in mezzo alle gambe) e la notte due assorbenti notte, dormivo impalata nella stessa posizione ma con tutto ciò riuscivo a sporcare il letto, ciclo irregolare e durata 7-8 giorni.
Una tragedia ogni qualvolta avevo il ciclo,  eppure vedevo mia sorella che senza pillola aveva un ciclo di max 4gg dolore solo il secondo, poco flusso e zompettava a dx e sx, e tutte le mie amiche uguale, facevano danza, piscina, non era un problema per loro è indossare un leggings per fare educazione fisica,  si muovevano con molta naturalezza, mentre io avevo dei movimenti meccanici, perché come mi muovevo scendeva sangue  come secchi d acqua ed ecco li che mi sporcavo.
intorno ai 14 anni ebbi un problema, mi comparvero delle grosse acne dietro la schiena. Scoppiavano da sole sporcandomi le.magliette, erano piene di pus e mal odoranti. Così mia mamma decise di portarmi dal suo ginecologo, mi fece una semplice visita, a palpazione sulla pancia, non mi fece domande e  senza prescrivere analisi del sangue mi prescrisse  la pillola anticoncezionale yasmine.
con l' assunzione della pillola cominciarono ad attenuarsi i dolori,  flusso meno abbondante e che durava intorno ai quatto cinque gg.
In tutti questi anni ho sempre avuto dolori mal di pancia mal.di schiena anche fuori del periodo del ciclo, ma il medico di base diceva  che soffrivo di colon irritabile e che dovevo cercare di mangiare meno verdure.
A 15 anni cominciai ad avere di nuovo problemi con gli svenimenti,  ma non si presentavano nel periodo del ciclo ed ad oggi penso che magari avvenivano nel periodo dell ovulazione, a quel tempo non sapevo neanche che esisteva l ovulazione. Fui ricoverata 10 gg presso il fatebenefratelli dell isola tiberina reparto di neurologia, non fecero altro che farmi elettroencefalogrammi, analisi del sangue fino all'ultimo gg che mi fecero una risonanza magnetica nucleare e poi mi misero legata su in tavolo monitorata e mi fecero girare...morale dimessa dicendo a mia mamma che i miei svenimenti erano causati dalla pressione bassa.
Con il tempo gli svenimenti non si presentarono più ma i dolori si presentavano sempre più forti.
A 18 anni ebbi un emorragia di 20 gg consecutivi,  nonostante assumessi la pillola , la dott mi disse che poteva essere tranquillamente uno scombussolamento ormonale ma che non mi dovevo preoccupare e che sicuramente sarebbe tornato tutto nella.norma, e così fu.
A 19 anni conobbi Daniele al tempo.il.mio fidanzato oggi diventato mio marito e padre dei miei figli.
Tutto sembrava filare liscio (sempre con i miei dolori) quando una sera eravamo a cena con degli amici, ancor prima.di iniziare a mangiare dovemmo abbandonare di corsa il ristorante perché avevo dei dolori allucinanti alla pancia sembrava stessi per morire. Anche un questo caso mi dimisero dicendomi che era il colon irritato. .. bo?!

A novembre del 2004 appena ventenne andammo a convivere ed entrambi avevamo una voglia matta di avere un bambino (ringrazio Dio oggi per aver fatto così giovane una scelta simile, chissà se magari è stato un . sesto senso?), così smisi la pillola e dopo quattro mesi precisamente a marzo scoprii di aspettare un bambino. In quel periodo gestivamo un bar, dalle sei del mattino alle 11,30 di sera ,  stavo molto tempo in.piedi, prendevo pesi, sempre mal di.pancia e già all'ottava settimana cominciarono le contrazioni. Dovetti stare a riposo  per i successivi quattro mesi . Insomma una.gravidanza piena di mal di pancia e mal di schiena come se il ciclo non fosse mai finito.
Il 1° dicembre 2005 è nato Manuel  di 37 settimane, 3900 gr. 54  cm. Un parto bellissimo, dolori forti ma come se avessi il.ciclo mestruale negli ultimi 45 minuti.
Ho allattato per circa tre mesi e mezzo e poi e tornato subito il maledetto ciclo con i vecchi dolori che solo in quel momento potevo paragonare a contrazioni da parto.
Così andai dalla ginecologa e mi prescrisse di nuovo la.pillola yasminelle.
Tornò tutto nella norma, non facevo caso nemmeno ai dolori in quanto lavoravo dalla mattina alla sera al bar e avevo Manuel.
Al compimento dei due anni di Manuel decidemmo di avere un altro bambino così smisi la.pillola e il 14 febbraio del 2008 scoprimmo di aspettare un altro figlio.
Sin dalle prime settimane contrazioni tanto da dover stare a letto di nuovo ma in questo caso sin dalla prima ecografia si resero conto che ci stava un distacco di placenta.assoluto riposo ma dopo un.mese di riposo il distacco non era rientrato e ne avevo un altro quindi altro riposo con due distacchi di placenta.
Intorno al quarto mese feci un altra eco i distacchi non ci stavano più ma.mi dissero che avevo una brandella di tessuto all' interno dell' utero che se fosse cresciuta insieme al feto avrebbe rischiato di soffocare il bambino.sempre sotto controllo e  anche stavolta con una mano di Dio in testa la  si riassorbi inaspettatamente.
Intorno ai 7 mesi mi comparvero due ernie inguinali che subito dopo.il parto rientrarono.
Il 15 ottobre 2008 alla 39 ma settimana  con un parto al quanto difficile nacque Niccolò di 3900 kg 54 cm.
A dicembre la situazione precipitò, era il compleanno di Manuel e mentre parlavo di tutti questi sintomi con una mamma mi consiglio di andare dalla sua ginecologa la.quale era molto brava e dove avrei pagato poco solo 80,00 euro.
Ero stanca di stare sempre a gambe aperte di sentire dire stupidate sul mio stato psicologico di spendere soldi su soldi ma di li a poco i dolori aumentarono, non riuscivo più a dormire la notte, avevo periodi di stipsi che andavo in bagno solo con i clisteri, periodi di diarrea  che rischiavo di perderla, perdevo urina, non riuscivo più a mangiare ne a bere, avevo dolori durante e dopo i rapporti, pancia sempre gonfia.
Allora decisi di andare da questa ginecologa ( dott Michelina Vitagliano).
Come spiegai i miei sintomi capi subito che qualcosa non andava , mi fece sospendere la.pillola mi diede una cura, mi fece eco transvaginale    e vide che avevo un grave varicocele pelvico e un fibroma di 4 cm.
Le pensò che i miei sintomi fossero dovuti dal varicole così chiamò subito un suo amico  collega al quale spiegò il tutto ma lui escluse subito il varicole così le consigliò di farmi fare i marcatori dell endometriosi. Tornai a casa e andai a cercare su internet endometriosi, mi crollò il mondo addosso leggendo tutti i problemi che portava ma sopratutto che i miei sintomi si avvicinavano a quelli scritti. Il giorno dopo feci le analisi, e dopo due gg ebbi i risultati. ....NEGATIVO.
La sera feci una cena per festeggiare chiamai la mia ginecologa che invece di essere felice come lo ero io era stranamente  passiva.
Dopo due gg mi  chiamò e mi disse che il sabato  mi sarebbe venuta a prendere a casa e mi avrebbe portata a fare una visita da un suo collega.
Il sabato mi venne a prendere durante il tragitto mi fece molte domande, appena arrivate il dott ci ricevette.  Stranamente dagli altri era lui a dirmi i sintomi che avevo e io non.favcevo altro che rispondere con un semplice si, addirittura mi disse che posizioni assumevo durante i rapporti sessuali con mio marito.  Mi visitò, fece eco transvaginale  e mi fece  la visita  rettale five disse che  i stava una ciste di 4 cm circa nel setto retto.
Mi rivestii e mi disse hai un endometriosi sicuramente al 4° stadio. Cominciai a piangere sulla spalla della dottoressa da poco conosciuta, lei mi disse che avremmo superato insieme tutto, il dottore Marziali Massimiliano che oramai è il mio"amore" mi ha subito detto non sono matta ma ho l' endometriosi... ma insieme ce la faremo. Mi prescrisse dei farmaci da prendere tra cui  primolut nor.
Tengo a precisare  che la.mia ginecologa mi pagò la visita.
Mi feci accompagnare al negozio da mio marito, perché solo al pensiero di tornare a casa credo che mi sarei buttata dal balcone. Ero uno straccio fisicamente psicologicamente.
Il lunedì  smisi  la cura della mia ginecologa e iniziai la cura del dott Marziali, e da gennaio 2013 il ciclo non arrivò più,  nell arco di un mese e mezzo presi dieci kg pur non mangiando, peli in eccesso ,attacchi di panico, sudorazione eccessiva ,tremori, mal di testa, nausea, vampate umore sotto terra.
Be che dire  l inizio di un altro calvario.
Sempre a contatto oramai con il mio ginecologo ogni due gg ci aggiornavamo sulle cose che non andavano mi ritrovai in poco tempo peggiorata e oramai perennemente a letto.
Decise così di operarmi.
Il 12 aprile 2013 mi operò ciste setto retto di 4 cm, resezione legamenti utero sacrali, adenomiosi, resezione legamenti del peritoneo, aderenze stomaco, intestino e vescica.
Dopo l intervento ho continuato il primolut, il dott sempre presente, e i sintomi scomparsi.
Ad agosto sono comparse delle perdite come ciclo mestruale , tutto strano , dottore sempre rintracciabile anche a ferragosto, insomma problema risolto , emorragia in pichi gg fermata. primolut non copriva più come prima ed era il caso di provare a cambiare pillola.
A Novembre così ho iniziato Visanne, con pochi effetti collaterali. Tutto procedeva bene fino a gennaio quando ho cominciato ad avere dolori forti al rene
Spero di aver scritto in.modo dettagliato .

Approfitto con questa occasione di ringraziare pubblicamente mio marito Daniele per starmi accanto tutti i giorni della mia vita con il massimo della comprensione e del rispetto dovendomi sopportare. Ringraziare mia sorella Debora, mia  mamma Rita e mio papà Alberto per sostenermi economicamente nei momenti difficili e psicologicamente sempre. Alle mie carissime amiche Valentina De Paolis, Gabriella Domizio e tutte le altre amministratici per esserci tutti i minuti della mia vita. Al gruppo di fb che mi ha dato di nuovo la voglia di condividere le miei gioie e i miei dolori.
Al dott Marziali e la dottoressa Barbera per essere degli ottimi medici, persone con un cuore vero, angeli della mia vita e che senza loro la mia vita sarebbe persa.. e un grazie a tutti coloro che sono fuori dall' endo in particolare Sara Proietti che è una mia cara amica, che da tanti anni a questa parte mi è stata accanto e mi ha sempre sostenuta . 
Daiana Micheli