TIZIANA OLIVIERO: "IO HO L'ENDOMETRIOSI"

Ciao Valentina,innanzitutto grazie del lavoro che stai facendo,io finora ho provato a fare nel mio piccolo delle cose,ma non e' facile e come dici tu serve l'aiuto di tutti e per arrivare a degli obiettivi bisogna essere uniti e determinati....Ti invio la mia storia....Grazie.Un abbraccio Ho scoperto di avere l'endometriosi all'eta' di 17 anni,i miei primi dolori,che non mi lasciarono piu',il primo intervento....allora ero veramente sola,non si conosceva l'esistenza e c'era ancora molta ignoranza sull'argomento. Sembrava una piccola cistina,piccola e insignificante....il dottore mi disse,operiamo e la togliamo,vedrai che non avrai piu' problemi...e quello fu l'inizio del mio calvario. Malgrado la pillola presa per tanti anni e malgrado l'avessi presa in tempo.....la mia endometriosi non si arresto'...sono passati 17 anni con lei e da quel giorno sono arrivata ad eseguire 6 interventi,tra cui 3 laparoscopie operative,un'applicazione di stent ureterale,1 resezione del sigma retto e un altro ed ultimo intervento che e' stato svolto nel 2010 con eradicazione completa endometriosi-un'altra resezione del colon-retto con stomia per 1 mese-reimpianto uretero-vescicale,annessioctomia sinistra e colicistectomia,perche' tra le altre cose la mia povera colicisti non lavorava piu' per via delle cure ormonali massicce prese per troppo tempo. Oggi ho 34 anni,la mia situazione attuale e' adenomiosi all'utero-piccolo focolaio e tante placche cicatriziali e molte aderenze,convivo con dolori cronici per via degli interventi invasivi e dell'endometriosi severa,oltre a diverse problematiche,e' stato pizzicato un nervo e dall'inguine per tutta la gamba destra si irradia un dolore continuo,tanto che quando sono molto stanca zoppico e la gamba rimane sempre piu' pesante e indolenzita,inoltre per via della rimozione della colicisti,il mio dotto biliare si riempie di sabbia biliare e per non avere coliche sono costretta a fare cure per contrastare il tutto,visto che si forma costantemente.Oltre questo da diversi anni devo fare anche una cura a vita,per un nodulo importante alla tiroide anche quello causato dalle tante cure ormonali. Rischio una menopausa molto precoce e ancora non sono diventata mamma,e' sempre stato il mio desiderio,anche se non nascondo la paura di affrontare il tutto,con queste situazioni costanti e che non danno una qualita' di vita facile,ma questo e' sempre stato il mio sogno,come il sogno di tante di noi,anche se dobbiamo ricordare che l'endometriosi,non e' solo la ricerca di un figlio,ma un forte bisogno di una qualita' di vita migliore. L'ENDOMETRIOSI mi ha tolto tanto,ha cambiato la mia vita ed io mi sono dovuta adattare a lei e a tutto quello che ha lasciato,ma malgrado il dolore e l'instabilita' che puo' portare,ha lasciato in me una voglia di riscatto verso tutte le donne affette e una determinazione ad affrontare ogni giornata con il sorriso e con la tenacia,ma non nego che lo faccio con molta fatica e spesso devo fermarmi,anche se cerco di non mollare e di affrontare il tutto sempre con una grande pazienza e determinazione. Per questo ancora oggi chiedo che venga riconosciuto il nostro diritto alla salute,non siamo donne "fantasma"...siamo donne sofferenti e bisognose di un appoggio sanitario-medico costante con spese infinite e ancora c'e' troppa ignoranza e disinformazione su qualcosa che colpisce bel oltre 3 milione di donne,non e' un gioco e quello che chiediamo e' doveroso da parte dello Stato,e' semplicemente un nostro DIRITTO. Grazie Tiziana Oliviero